Pages Navigation Menu

Ambulatorio Medico Polispecialistico

I pompages

Con il loro movimento manuale  ritmico e il rilassamento che ne consegue, hanno un’importante funzione antalgica con riduzione della sensazione dolorosa.

Possono essere utilizzati in differenti disfunzioni e patologie:

  • nelle stasi circolatorie dei tessuti in genere e delle fasce che avvolgono i nostri muscoli e organi;
  • nelle retrazioni e nelle contratture muscolari per distendere e rilassare i tessuti;
  • nei processi degenerativi articolari e per migliorare l’idratazione cartilaginea;
  • cefalee muscolo tensive

A seconda delle circostanze del loro utilizzo, i pompaggi possono perseguire quindi diversi scopi.

– Possono essere realizzati ad uno scopo circolatorio.Un blocco fasciale, un arresto del movimento provoca una stasi liquidiana. I pompaggi in questo caso cercheranno la liberazione dei blocchi e delle stasi.

– Possono ricercare il rilassamento muscolare. Allora saranno realizzati nel senso delle fibre muscolari. E’ una tecnica molto efficace nel trattamento delle contratture e  delle retrazioni nelle quali ci imbattiamo ogni giorno.

– Possono essere utilizzati a livello articolare per combattere la degenerazione cartilaginea. La cartilagine è sprovvista di circolazione sanguigna. E’ un tessuto idrofilo che assorbe il liquido lacunare dei tessuti vicini durante la decompressione articolare, per poi cacciarlo via durante la fase di impattamento. Nelle artrosi, questo fenomeno fisiologico è sempre disturbato o inesistente. Ciò portava, nei tempi antichi, ad attribuire il nome di artrite secca. Nei disturbi iniziali, i pompaggi ristabiliscono l’equilibrio idrico della cartilagine, o almeno al limite del disseccamento. Sono dunque realizzati nel senso della decoaptazione articolare.

Presso il nostro ambulatorio questa metodica,se necessario, viene inserita all’interno dei trattamenti di massoterapia.

Print Friendly, PDF & Email